SEO B2B: Guida Pratica per posizionarsi su Google

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Seo b2b

La SEO è uno dei canali di acquisizione clienti più importanti per le aziende B2B. Avere una forte visibilità organica in tutte le fasi del ciclo di acquisto è un modo provato per accelerare la crescita.

Ma quando si tratta di mettere insieme una strategia SEO B2B, da dove si comincia?

Indirizzare la crescita organica per un’azienda B2B presenta alcune sfide specifiche. Ci sono molte differenze per il lancio di una strategia SEO B2B vs. una strategia di business B2C. È vitale capire come avvicinarsi al canale con queste differenze in mente, perché è la chiave per raggiungere il successo.

Cos’è il SEO B2B?

Business-to-Business (B2B) SEO è una strategia che ha l’obiettivo di aumentare il traffico organico dei motori di ricerca e le classifiche. Una strategia SEO B2B di successo pone il sito web di un’azienda di fronte a persone che stanno attivamente cercando d’impegnarsi nei servizi che offrono o comprare i prodotti che vendono.
Mentre il marketing B2B è tutto su un business che acquista da un altro, a differenza del B2C (business-to-consumer, dove sono i consumatori ad acquistare da un business), le basi SEO rimangono. Queste basi sono i quattro pilastri principali del successo SEO:

  • SEO Tecnico
  • Content SEO
  • SEO On-page
  • SEO Off-page

Il SEO B2B porta con sé sfide uniche che devono essere considerate quando si mette insieme una strategia, e queste riguardano il pubblico verso cui si sta facendo marketing.

Sia nel B2B che nel B2C, le persone comprano dalle persone. Tuttavia, le persone che comprano per conto di un’azienda hanno abitudini di acquisto diverse da quelle che comprano per se stessi. Quindi, esploriamo queste differenze e tuffiamoci nelle cose che devi considerare.

seo b2b
SEO B2B: Guida Pratica per posizionarsi su Google 2

Le differenze tra B2C e B2B SEO

Quando si confronta il B2B con il B2C, la grande differenza è il tipo di pubblico. È importante comprendere che il mondo dei servizi e dei prodotti per professionisti è molto diverso da quello dei consumatori.

Questo significa che il modo in cui ci si avvicina al SEO B2B è diverso da una strategia B2C.

Ecco una tabella che ne riassume alcuni aspetti:

Per il B2BPer il B2C
ObbiettiviI clienti si concentrano su ROI, efficienza e competenza.I clienti cercano affari e divertimento (il che significa che il marketing deve essere più divertente).
Motivazione all’acquistoI clienti sono guidati dalla logica e dall’incentivo finanziario.I clienti sono guidati dalle emozioni.
Fattori chiaveI clienti vogliono essere istruiti (ed è qui che entra in gioco il content marketing B2B).I clienti apprezzano l’educazione ma non sempre ne hanno bisogno per prendere una decisione d’acquisto.
Processo di acquistoAi clienti piace (se non preferiscono) lavorare con account manager e venditori.Ai clienti piace fare acquisti direttamente.
Persone coinvolte nell’acquistoI clienti devono spesso conferire con i decisori e altri membri della loro catena di comando prima di prendere una decisione di acquisto.I clienti hanno raramente bisogno di conferire con altri prima di prendere una decisione di acquisto.
Scopo dell’acquistoI clienti fanno acquisti per soluzioni a lungo termine, il che comporta un ciclo di vendita più lungo, contratti più lunghi e relazioni più lunghe con le aziende.I clienti non cercano necessariamente soluzioni a lungo termine o relazioni a lungo termine.
Tabella Tratta dall’articolo: Guida al Digital Marketing B2B 2021

La SEO è il miglior canale per il B2B

Anche se la SEO sta diventando sempre più impegnativa, c’è ancora un percorso ben definito per i marchi B2B che vogliono usarla per attirare nuovi clienti. Questo percorso passa attraverso i seguenti tre passi principali:

  • Prendere il tempo necessario per conoscere meglio i clienti.
  • Creare contenuti che rispondano alle loro domande in modo da fidelizzarli.
  • Dare loro ancora più valore sotto forma di un documento scaricabile, ottenere la loro email o numero di telefono in cambio, e trasformarli in lead.

Il motivo per cui questa strategia (ancora) funziona è che è costruita sulla cura dei tuoi clienti. Quando investi il tempo per conoscere i loro bisogni e dai loro qualcosa che può aiutarli a superare quelle sfide, ti ricompenseranno con il loro affetto sincero e la loro fedeltà.

Stefano Finoti

Stefano Finoti